OzonoTerapia

OzonoTerapia




Giorni fa trovato in Croazia per un incontro con un mio caro amico che lavora presso una Clinica Low-Cost, e ho avuto modo di assistere a questa forma di trattamento per la cura delle carie e gli agenti che ne sono la causa.
Quindi oggi parliamo di questa recente tipologia di trattamento di tipo naturale contro le carie. Attraverso due gas che si trovano in natura, ossigeno ed azoto, si porta all’uccisione dei batteri che favoriscono la crescita della carie.
L’utilizzo dell’azoto come metodo curativo in odontoiatria non sono da attribuire alle nuove cliniche dentistiche; risalgono alla metà del 1900, ma soltanto verso fine secolo il professore Edward Lynch riuscì a dimostrare i benefici che questo gas porta nel trattamento dei nostri denti. Come abbiamo già detto oltre ad uccidere i batteri che causano la carie, uccide anche i virus e infine aiuta alla rigenerazione dello smalto e dentina.
La procedura è molto semplice, ed a differenza del vecchio sistema di rimozione col trapano è indolore e molto più veloce.
Il gas viene pompato sul dente e grazie ad una piccola coppa di materiale siliconico, che crea tra il dente e l’apparecchio uno spazio sigillato ermeticamente garantisce al paziente la necessaria sicurezza in questi trattamenti. Una volta stabilità questa condizione di chiusura l’azoto inserito va ad attaccare ed eliminare la carie.
Una volta ultimato il processo che varia da pochi secondi ad un minuto circa l’azoto viene estratto e convertito in ossigeno. Le percentuali di guarigione sono al di sopra del 85%, e garantiscono una durata nel tempo elevatissima.

Dopo due/tre mesi il paziente fissa un appuntamento di controllo, dove grazie all’analisi della carica batteria presente in bocca il dentista potrà decidere se fare in modo preventivo altre sedute di terapia.
Da evidenziare come non vi siano problematiche legate a questo trattamento, anzi è fortemente consigliato in bambini poiché ha come punti forti la velocità e l’assenza di dolore.
Questo metodo è consigliato soprattutto in lesioni di piccola entità; ma in casi di carie estesa può essere usata a sua volta per fermare lo sviluppo della carie verso zone sane.
Tuttavia studi più recenti hanno affermato che la carie non è un agente che parte dall’esterno verso l’interno del dente ma bensì il contrario; dicendo di fatto che l’efficacia nella rimozione della carie è sempre ottimale se presa nelle prime fasi, sottolineando ancora una volta come sia necessario rivolgersi al proprio dentista di fiducia per una diagnosi precoce. Mi sento di consigliare di prendere appuntamento presso il Vostro ambulatorio dentistico di fiducia e chiedere se hanno la possibilità di realizzare questa tecnica di lavoro.

22

Nessun Comento

Lascia un Commento