Consigli per mantenere la lingua sana e pulita

Consigli per mantenere la lingua sana e pulita




Per raggiungere una corretta igiene orale bisogna pulire anche molto bene la lingua. Una misura che, oltre ad evitare l’accumulo di batteri, aiuta a prevenire l’apparizione dell’alitosi. Per questo è così importante conoscere i differenti metodi di igiene, i quali possono essere appresi grazie ai consigli che andremo oggi a citare.

La lingua è un organo composto principalmente da muscoli fissati alla base della bocca. Tra le sue principali funzioni si possono individuare la masticazione, deglutizione, l’articolazione dei suoni, identificare i gusti. Grazie alla sua speciale configurazione, occupa approssimativamente metà di tutta la superficie della mucosa orale; vuol dire che ha una grandezza di circa 100cm2.

Presenta inoltre un’anatomia caratterizzata da fessure nelle quali possono facilmente depositarsi i batteri che compongono la placca batterica, ovvero la principale causa di alitosi e carie. Bisogna sottolineare che i batteri anaerobici coinvolti nell’alitosi si trovano principalmente nel terzo posteriore del dorso della lingua (alitosi patologica); e che la pellicola che si forma di color bianco-giallastro sul dorso della lingua è relazionata con il grado di alitosi.

Per tutto questo, svolgere una corretta igiene orale è di grande aiuto all’ora di prevenire lo sviluppo dell’alitosi, cosi come delle carie ed altre malattie parodontali. Inoltre, la pulizia della lingua permette di eliminare la pellicola che si forma sulla lingua principalmente in soggetti fumatori migliorando la percezione dei gusti.

Lingua e pulizia, importanza.

La xerostomia o secchezza della bocca, la carie e le malattie parodontali e sistemiche sono alcune tra le principali cause dell’alitosi, per questo motivo conviene combatterle adeguatamente. Ciò nonostante, non solo le uniche, infatti la mancanza di pulizia della bocca, l’uso di protesi od ortodonzia e il fumo contribuiscono anche in modo notevole allo sviluppo di questa condizione.

Al fine di aiutare i clienti che vanno sia nelle cliniche dentistiche o in farmacia per prevenire o trattare l’alitosi, bisogna tener presente che esistono due forme di assicurare un’ottima igiene della lingua;

 

Modi per igienizzare la lingua

La prima è di modo meccanico; attraverso gli strumenti fabbricati appositamente per la pulizia della lingua.

La seconda è in modo chimico; ovvero con l’utilizzo di collutori che contengono agenti antibatterici, come la clorexidina, cloruro di cetilpiridinio e lattato di zinco. La clorexidina e il cloruro di cetilpiridinio rimuovono i batteri che producono gas con cattivi odori (diminuendo dunque la concentrazione), e il lattato di zinco rende inattivi questi gas affinché non producano gli effetti negativi all’interno della bocca.

 

Strumenti per tenere la lingua in ottima salute.

Quando arriva un soggetto che accusa di problemi alla lingua, bisogna saper suggerire sempre il modo più adatto per far in modo che possa avere una lingua pulita che gli consenta di avere una vita regolare.

Di solito si consigliano i pulitori linguali, da essere utilizzati due volte al giorno, tendenzialmente mattina e notte, appena svegliati e prima di andare a dormire. È raccomandato svolgere una pulizia della lingua in modo soave che arrivi fino alla zona posteriore.

Come vi abbiamo detto in precedenza, ci sono alcuni strumenti disegnati a posta per la pulizia della lingua; alcuni hanno due profili, il primo ondulato, capace di adattarsi alla zona centrale della lingua, e un profilo liscio, disegnato per pulire le zone laterali. Bisogna dopo ogni pulizia ricordarsi di igienizzare lo stesso strumento, e risciacquare la bocca per eliminare eventuali residui e sporcizia. Infine per garantire una maggiore pulizia usare lo spazzolino e collutorio adatti. Se si ha la possibilità e si soffre in modo cronico di alitosi, ci sono degli irrigatori orali che possono eliminare la placca batterica che si deposita nei denti, gengive, lingua e altri posti di difficile accesso, grazie al flusso diretto di acqua e collutorio. È infatti dimostrato che questo particolare tipo di strumento elimina nei primi secondi quali il 100% della placca batterica appena depositata, dando un maggiore effetto di freschezza e pulizia della bocca.

Tipi di papille gustative e i sapori associati ad ognuna di esse.

La mucosa del dorso della lingua presenta quattro tipi di papille gustative; caliciforme o circonvallate, foliate, filiforme e fungiforme. A seconda del loro posizionamento all’interno della lingua possiamo distinguere i diversi sapori;

Dolce; Punta della lingua.

Salato; Bordi laterali anteriori.

Acido; Bordi laterali posteriori.

Amaro; Parte posteriore del dorso della lingua.

Umami; (saporito); Parte centrale della lingua.

 

Decalogo di una bocca in salute

  • Bisogna andare dal dentista o igienista dentale almeno una volta all’anno.
  • È necessario spazzolare i denti quotidianamente, per almeno due minuti, per un minimo di due volte al giorno dopo ogni pasto.
  • Ricordarsi di cambiare lo spazzolino o le testine ogni tre mesi, dovuto al fatto che passato sto tempo le setole perdono efficacia.
  • Vi consigliamo di usare spazzolino con setole morbide che rispettino lo smalto dentale e le gengive. È importante spazzolare i denti usando anche dentifrici e collutori specifici, formulati con principi attivi che rispettano la nostra bocca.
  • Non dimenticate mai di usare il filo interdentale per arrivare in posti dove il semplice spazzolino non arriva.
  • L’utilizzo di collutori con funzione antisettica e antibatterica aiuta a mantenere la bocca sana.
  • Prima di concludere la sessione di pulizia, vi consigliamo di pulire il dorso e la sezione laterale della lingua con un pulitore linguale. È lì dove si accumulano la maggior parte dei batteri.
  • I pulitori linguali permettono di eliminare i residui di batteri e di alimenti dalla parte posteriore del dorso della lingua.
  • Gli irrigatori orali eliminano la placca batterica dai denti, gengive, lingua e posti di difficile accesso.
  • Bisogna ridurre il consumo di determinati alimenti come dolci e piccanti, e smettere di fumare è sempre una buona cosa. Con queste due cose possiamo già contribuire a mantenere lontano da noi l’alitosi.

La nostra lingua è un organo importantissimo che durante la nostra vita ci permette di svolgere compiti vitali per noi, come cibarci e comunicare. Dedicare pochi minuti al giorno per tenerla in salute è qualcosa che le dobbiamo. In questo articolo abbiamo cercato di spiegarvi come attraverso piccoli gesti possiamo evitare scomode malattie come l’alitosi. Se avete ulteriori domande o soffrite di questa sgradevole condizione potete rivolgervi al vostro igienista dentale o dentista di fiducia per ricevere la terapia che fa al vostro caso.

8

Nessun Comento

Lascia un Commento